“ Nel momento preciso in cui lei aprì gli occhi il cuore di lui si sciolse come la neve al sole e morì qualcosa che regnava in quella stanza da troppo a lungo: il silenzio
“ Erano così vicini eppure così lontani. Non nello stesso luogo, certo, eppure nello stesso mondo. Avete mai pensato a quegli amori dove uno sta giù e l’altro sta su, ma più su delle nuvole, del sole?
“ Non voglio augurarti troppo male, non ne sono capace.
Ti auguro un solo rimpianto, me.

Ti auguro di prendere la mia maglia e sputarci sopra lacrime e sangue a furia di pronunciare il mio nome.
Ti auguro di rileggere quei commenti che tanto conservi e colpevolizzarti, ancora.
Una forte agonia,
e ancora rimpianti e rimorsi
quasi fino alla fine.
Perché quasi?
Perché ti auguro anche un solo momento di felicità,
di trovare una persona ed innamorarti follemente,
ma di una che mi somigli
anche in un piccolo atteggiamento;
Cosicché da guardarla e ricordare me,
rovinerai tutto,
continuerà la tua angoscia
giorno e notte
ti tormenterò e non potrai avermi.
E quella, sarà la tua condanna.
Te lo auguro e continuerò a farlo con tutta me stessa, fidati.